vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Luni appartiene a: Regione Liguria - Provincia di La Spezia

Collegamenti ai social networks

Seguici su

Protezione Civile

Scheda del servizio

Con la deliberazione Consiliare n. 14 del 15 giugno 2010, il Comune di Ortonovo giunge alla definizione del Piano di Protezione Civile dopo aver già da anni attivato e reso operativo un Ufficio di Protezione Civile che in più occasioni, unitamente al Volontariato locale, ha saputo fornire risposte adeguate ai fini del superamento dell'emergenza occorsa.

A che cosa serve il Piano?

Il Piano si pone il duplice obiettivo di offrire alla comunità uno strumento operativo per la salvaguardia, controllo e intervento sul territorio nonché di contribuire a creare una autentica cultura nel settore. Da qui un lavoro per trasferire ai cittadini le principali norme di comportamento da seguire in caso di emergenza e per programmare azioni ed interventi rispetto all'insorgenza di eventi naturali o antropici (alluvioni, dissesti idrogeologici, incendi boschivi, terremoti). Il Piano di Protezione Civile diventa in questo modo un supporto operativo indispensabile per garantire l'effettivo e immediato impiego delle risorse necessarie al superamento dell'emergenza ed il ritorno alle normali condizioni di vita.


Come consultare il Piano.

Piuttosto che richiami ad elementi storici, descrittivi od alla nutrita normativa di settore, si è voluto fornire, ovviamente nello spirito delle linee guida per la redazione dei Piani elaborate dal Dipartimento della Protezione Civile (metodo Augustus), un modello operativo di intervento, pratico e diretto, per ogni singolo scenario di eventi prevedibili e o verificabili. Diventa così di primaria importanza, per la concludente praticità speditiva che assume, la consultazione dell'indice che per ogni evento previsto e o annunciato dal Servizio Meteo Regionale, rimanda alla corrispondente procedura operativa suggerita per fronteggiare la specifica situazione, fornendo modalità di comportamento e consigli operativi sia ai cittadini che al personale di Protezione Civile.

Perchè vengono utilizzati colori diversi nei vari scenari di rischio prevedibili?

Il ricorso ad una veste grafica che utilizza una scala di colori diversa per indicare l'intensità di grado dei rischi previsti, vuole dare una rappresentazione che, già ad impatto visivo, renda nell'immediato l'idea del valore della pericolosità dello scenario dei rischi occorsi e o previsti. Così avremo che da una situazione di criticità ordinaria (colore azzurro), si può passare ad una situazione di criticità moderata (colore giallo), moderata elevata (colore arancio), fino ad arrivare alla situazione più rilevante, di criticità elevata (colore rosso).

Documenti - Normativa